Quante diete!?!..Quale la migliore!

Quante diete! Ma quale sarà la migliore? La risposta alla scienza

Questo è veramente un tema interessante molto diete dell’ultimo momento pubblicate su giornali, riviste patinate o in internet promettono fisici da urlo in poco tempo e soprattutto con nessuna FATICA solo qualche rinuncia in termini di alimenti ma è più corretto dire di salute! Si di Salute perché è bene ricordare che i rischi di un’alimentazione sbilanciata sono CRONICI e si manifestano nel lungo periodo. Una dieta sbagliata oggi, una domani e una dopo Natale ecco che il rischio è sempre più tangibile.

Diete iperproteiche, ipocaloriche, monoalimento, con pochi alimenti, accompagnate a farmaci o integratori alimentari miracolosi ma nessuna di questa ha uno straccio di prova scientifica che la supporta solo un buon marketing alle spalle.

L’unica dieta, e con questo termine intendo l'insieme degli alimenti che gli animali, esseri umani compresi, assumono abitualmente per la loro nutrizione, ad avere salde basi scientifiche è quella Mediterranea. 

Il concetto di dieta Mediterranea risale agli anni ’60, quando Ancel Keys, biologo e fisiologo statunitense, coniò questo termine in seguito ai risultati dello Studio delle Sette Nazioni che dimostrarono una ridotta incidenza di malattie cardiovascolari e tumorali per le popolazioni (Italia e Grecia) che si affacciavano nel bacino del Mediterraneo in confronto con le altre studiate. 

Da allora si sono susseguiti una moltitudine di studi che tutt’oggi prosegue con risultati sorprendenti

Nel 2003 Trichopoulou e collaboratori, allo scopo di trovare uno strumento utile a definire il grado di aderenza ad uno specifico profilo alimentare, stabilirono un punteggio di aderenza alla dieta Mediterranea. Questo punteggio prendeva in considerazione i gruppi alimentari tipicamente presenti nella dieta Mediterranea (pane, pasta, frutta, verdura, pesce, legumi, vino rosso in moderazione, olio di oliva), dando un punteggio maggiore alle persone che consumavano questi alimenti in misura superiore alla media della popolazione. Un punteggio di 0 rappresentava quindi una bassa aderenza alla dieta Mediterranea, dove un punteggio di 9 rappresentava una massima aderenza. 

Un aumento di 2 punti del punteggio di aderenza alla dieta Mediterranea determina una riduzione del 9% la mortalità generale

del 10% la mortalità per malattie cardiovascolari

del6% l’incidenza e la mortalità per cancro

lel 13% l’incidenza di Parkinson e Alzheimer

Ma non è finita qui, dallo studio EPIC (European Prospective Investigation into Cancer and nutrition), uno studio prospettico di grandi dimensioni condotto in 10 Paesi europei.

L’aderenza alla Dieta mediterranea e le variazioni del peso corporeo sono stati registrati per 5 anni nella coorte dell’EPIC- PANACEA (Physical Activity, Nutrition, Alcohol Consumption, Cessation of Smoking, Eating Out of Home, and Obesity), composta da 373803 uomini e donne di età compresa tra 25 e 70 anni. Dall’analisi dei dati antropometrici all’inizio dello studio e al termine del periodo di follow-up è emerso che i soggetti con elevato indice di aderenza alla Dieta mediterranea (compreso cioè tra 11 e 18) presentavano un aumento medio del peso corporeo inferiore di 0.16 kg rispetto ai soggetti con basso indice di aderenza (0-6), con una riduzione del 10% del rischio medio di sviluppare sovrappeso e obesità.

Beh, questi risultati non lasciano dubbi su quale dieta sia la migliore ovviamente la Nostra!

Ma siamo davvero sicuri di seguire la Dieta Mediterranea? La risposta è NO!

Secondo gli studi scientifici sull’aderenza alla Dieta Mediterranea noi siamo quelli che vi aderisco meno preceduti da Libia, Romania, Tunisia, Spagna Portogallo e la Grecia è l’ultima in classifica. Diciamo che non facciamo proprio una bella figura.

Chi vi aderisce di più? L’Iran, il Regno Unito, la Svezia, Danimarca, Norvegia, Canada, Australia seguita dagli Stati Uniti! Paesi che il Mediterraneo lo vedono solo da Google Maps!

Se vuoi seguire le nostre tradizioni alimentari oltre a rispolverare il ricettario della bisnonna stampa la Piramide Alimentare della Dieta Mediterranea che trovi nelle foto e comincia a prenderti cura di te!

Dott.ssa Agnese Nardi Nutrizionista 

Specializzata in Fitoterapia

Dieta Mediterranea,Vegetariana e Vegana